APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO: PRIMA VERIFICA PERIODICA

Le attrezzature di lavoro, come gli apparecchi di sollevamento, devono essere sottoposti a verifiche periodiche volte a valutarne lo stato di conservazione e di efficienza ai fini della sicurezza.

Il decreto ministeriale 11 aprile 2011 prevede, con riferimento anche al D.Lgs. 81/2008, che il datore di lavoro in possesso di un apparecchio di sollevamento di tipo fisso, non azionato a mano con portata superiore a 200 kg, provveda a:

-dare comunicazione di messa in servizio dell’attrezzatura all’unità operativa territoriale (uot) Inail competente, che provvede all’assegnazione di una matricola;
-richiedere la prima delle verifiche periodiche all’unità operativa territoriale Inail competente secondo le scadenze indicate dall’allegato VII al d.lgs. 81/08 e s.m.i.”.

Quando richiedere la prima verifica periodica degli apparecchi di sollevamento all’INAIL?

Prendendo come riferimento la data della messa in servizio, il datore di lavoro deve inviare all’INAIL la richiesta di prima verifica degli apparecchi di sollevamento almeno 45 giorni prima dello scadere del termine per l’esecuzione della prima verifica periodica.
La richiesta può essere effettuata per posta certificata o attraverso i servizi online: la modulistica si trova sul sito internet dell’INAIL.

La richiesta si ritiene completa se contiene le seguenti informazioni:
-indirizzo completo presso cui si trova l’attrezzatura di lavoro;
-dati fiscali del datore di lavoro (sede legale, codice fiscale, partita IVA) e i riferimenti telefonici;
d-ati identificativi dell’attrezzatura di lavoro (tipologia dell’attrezzatura di lavoro, matricola EnPI/AnCC/Ispesl/InAIL/MLPS);
-indicazione del soggetto abilitato iscritto nell’elenco di cui all’art. 2 comma 4 del d.m. 11 aprile 2011;
-data della richiesta.

L’INAIL è obbligato a comunicare l’impossibilità di effettuare la verifica entro 15 giorni dalla richiesta.
In caso di comunicazione negativa o comunque dopo 45 giorni, il datore di lavoro può richiedere ai soggetti abilitati alle verifiche periodiche di effettuare il controllo sostituendosi all’INAIL.

A cosa serve la prima verifica periodica degli apparecchi di sollevamento?

La prima verifica periodica è finalizzata ad accertare la conformità alle modalità di installazione previste dal fabbricante nelle istruzioni, lo stato di manutenzione e conservazione, il mantenimento delle condizioni di sicurezza previste in origine dal fabbricante e specifiche dell’attrezzatura di lavoro, l’efficienza dei dispositivi di sicurezza e di controllo. Inoltre, la prima verifica prevede anche la redazione della scheda tecnica di identificazione dell’attrezzatura.

Per maggiori info: contattaci https://www.fapsrl.net/

← Prev News ItemATTREZZATURE PER IL SOLLEVAMENTO: CRITICITÀ NEI LUOGHI DI LAVORO

Next News Item →CARROPONTE: TIPOLOGIE E NORMATIVA